mercoledì 10 aprile 2013

Milano, ravioli in mensa: la questione vista dai genitori

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato della Rappresentanza delle Commissioni Mensa di Milano:


Ravioli in mensa: la questione vista dai genitori
In relazione alla recente comunicazione di Milano Ristorazione sulle quantità di ravioli serviti, la Rccm (Rappresentanza Cittadina delle commissioni mensa di Milano) ritiene opportuno esplicitare che la porzione di un piatto di ravioli nella mensa scolastica delle scuole medie corrisponde a circa 15 ravioli, pari a 110 grammi secondo le grammature a crudo disponibili sul sito del fornitore. Facile desumere le quantità per le scuole elementari e materna, che prevedono rispettivamente 90 e 70 grammi, vale a dire intorno ai 12 ravioli per i bambini delle primarie e ai 9 per l'asilo.

Il dato lo rileviamo nella mensa self service delle medie e ci è stato confermato dal Presidente di Milano Ristorazione in occasione dell'incontro sulla revisione del menu invernale. Si tratta di porzioni che noi genitori, che facciamo ispezioni durante i pasti in qualità di commissari mensa, a volte non vediamo nei piatti dei bambini.

Abbiamo segnalato questa carenza a Milano Ristorazione e al Comune, insieme ad altre, come le rustichelle di pollo, la carne del piatto unico, ma occasionalmente anche la pasta, per non parlare del pane a volte dimezzato nelle quantità e ridotto di peso. Tuttavia ad oggi registriamo cambiamenti solo per il pane, per il resto continuiamo a ricevere segnalazioni, da alcune scuole, di diverso grado, di piatti scarsi.

Da una parte ci sono le grammature che rispettano le Linee guida nazionali per la ristorazione scolastica del Ministero della Salute (che sono quelle che noi genitori paghiamo), dall'altra c'è la realtà della mensa con piatti che sembrano, non sempre, corrispondere alle porzioni ufficiali e in ultimo c'è una strategia di comunicazione del fornitore che dichiara il gradimento dei piatti misurando gli scarti dei cibi nella mensa a fine pasto.

La riduzione delle quantità di cibo scartato non può, a nostro avviso, essere messa in relazione diretta con il miglior gradimento dei cibi da parte dei bambini. Tale risultato sembra piuttosto dovuto alla riduzione delle quantità delle porzioni servite, che come abbiamo visto, è stata a volte eccessiva.

Tuttavia la foto dei 7 ravioli pubblicata da più giornali ha ottenuto un risultato: da oggi i bambini, quando gradiscono un piatto, hanno ‘la possibilità di chiedere porzioni più abbondanti o di bis’ secondo quanto affermato nel comunicato stampa apparso in questi giorni sul sito di Milano Ristorazione e ripreso dalla stampa.

Di questi argomenti e altri discuterà la Rappresentanza cittadina delle commissioni mensa di Milano con tutte le commissioni mensa della città l'8 maggio in occasione dell' Assemblea cittadina per individuare azioni e soluzioni per affrontare i problemi irrisolti delle mense scolastiche.

Claudia Paltrinieri
per conto della Rappresentanza cittadina delle Commissioni Mensa di Milano
rapp.cm.mi@gmail.com
Posta un commento